Laguna

La laguna di Venezia è uno degli ecosistemi più particolari al mondo e si trova lungo le coste del Veneto. È di 550 km² la superficie della laguna, composta da terra, acqua e zone fangose. Situata nell'adriatico settentrionale, ha caratteristiche molto simili alle lagune del nord atlantico, con maree molto alte e temperature molto più rigide rispetto a quelle del Mediterraneo. Inoltre, la laguna  è da molti secoli un ambiente caratterizzato dalla presenza umana, che ha mdificato sapientemente l’idrografia e la morfologia in laguna.

Per oltre cinque secoli, tuttavia, gli addetti del Magistrato alle Acque hanno preservato la laguna dall’impaludamento mantenendo dei livelli ottimali. Sono così riusciti a preservarsi innumerevoli tipologie di animali e di habitat. L'insieme specifico di velme, barene, canali e terre emerse che li ospita viene chiamato "gronda lagunare" ed'è un terreno comune tra la terraferma e l'acqua lagunare.



La città di Venezia è incastonata in mezzo alla laguna, mentre la città di Chioggia si trova all'estremita occidentale. All'estremità orientale invece trovano luogo i piccoli centri abitati compresi nel comune di Cavallino-Treporti. Testimoni dei primi insediamenti in laguna, sono numerose le valli da pesca situate nella parte interna della laguna e ora riscoperte come zone di turismo green.

La laguna e Venezia sono state inserite nel 1987 nella lista del patrimonio mondiale dell'umanità dall'UNESCO. Per tutelare con una strategia efficace questo prezioso territorio a fine 2012 è stato presentato il Piano di Gestione del Sito UNESCO Venezia e la sua laguna, che ha diviso l'Area in due zone: una di tutela totale e una di tutela parziale (Buffer zone), più esterna rispetto al centro storico.

la navigazione, i canali lagunari sono segnalati attraverso file di pali chiamati bricole. L'accesso al mare in futuro dovrebbe essere regolato dal progetto MoSE. Per maggiori informazioni: www.veniceandlagoon.net