Categorie

Carnevale a Venezia: una lunga storia

09.02.2015

In questi giorni a Venezia si festeggia il Carnevale, la festa mascherata per eccellenza. Questa festa vede ogni anno arrivare in città molti turisti, sia stranieri che Italiani e porta ricchezza alle attività del luogo. Secondo un’indagine condotta dall’ufficio studi di Vela Spa infatti, il giro di affari che viene generato durante quel periodo ammonta a 70 milioni di introiti netti per tutta la città.

Il Carnevale come lo conosciamo però è legato ad una tradizione molto antica, che si collega ai culti di passaggio dall’inverno alla primavera dove le persone potevano prendersi la libertà di burlare pubblicamente i ricchi indossando una maschera sul volto. I festeggiamenti lunghi consentivano un buon periodo di ribellione per tutti i veneziani in cui dedicarsi totalmente ai divertimenti, costruendo palchi nei campi principali dove si esibivano giocolieri, acrobati, musici e animali danzanti. Numerosi erano i venditori di dolci locali e prelibatezze tipiche di ogni parte del mondo con cui la Repubblica commerciava.
Il Carnevale all’epoca era molto più lungo e cominciava addirittura a dicembre per culminare poi nei giorni che precedevano la Quaresima.

L’origine della parola “Carnevale” deriva forse da “Carnem levare” o “Carne, vale!” (Carne, addio!) per il divieto assoluto di mangiare carne in tempo di Quaresima. Questa parola viene fatta risalire ad un documento del Doge Vitale Falier del 1094, dove viene usata per la prima volta parlando di divertimenti pubblici, diventati ufficiali però solo con un editto del 1296. Probabilmente l’espressione “martedì grasso” ha avuto lo stesso significato, contrapponendosi al digiuno del successivo periodo quaresimale.

Forse però non tutti sanno che il Carnevale non venne più festeggiato dalla caduta della Repubblica di Venezia nel 1797 osteggiato da austriaci e francesi che occuparono quei territori. La tradizione però si conservò nelle isole minori, dove si continuò a festeggiare e solo nel 1979 venne ripristinato da alcuni cittadini e associazioni civiche.

Quest’anno il programma del Carnevale 2015 si svolgerà seguendo il tema del cibo. La parola chiave è infatti “golosità”, scelta in linea anche con le tematiche dell’Expo di Milano. Il “Gran Teatro di Piazza San Marco” è stato decorato con cibo e ghirlande di vegetali e tra le tradizionali giornate di “Festa delle Marie” e del “Volo dell'Angelo” si svolgono anche manifestazioni sul baccalà e sulla cucina veneziana.
Il 12 febbraio ricomincia la rassegna di eventi a cui vi invitiamo caldamente a partecipare.
Per maggiori informazioni sul programma il sito ufficiale è www.carnevale.venezia.it.

Condividi su Facebook