Area Metropolitana

L’Area Metropolitana di Venezia è una zona che comprende una vasta parte    della Regione Veneto e si estende oltre i confini definiti da quella che da gennaio    2015 sarà la Città Metropolitana di Venezia. I principali parametri utilizzati    dall’OCSE per individuarla (come la densità di popolazione, la crescita demografica,    il pendolarismo e l’interdipendenza) spostano il limiti di questa conurbazione ben    oltre quelli delineati dall’attuale quadro socio-amministrativo.


Idealmente si possono prendere i fiumi Piave e Bacchiglione come riferimenti, definendo una zona di intensa attività economica all’interno di questa porzione di territorio che lega tra loro le aree provinciali di Padova, Treviso e Venezia. Il PIL procapite rilevato nell’Area Metropolitana così definita si avvicina molto alla media delle più importanti capitali europee e mondiali.

Questo territorio presenta una superficie di 6740 km2 se comprendiamo i 243 comuni facenti parte delle tre province, di cui quasi 300 costituiti dalla sola laguna veneta. Si tratta di un territorio pianeggiante, i cui unici rilievi sono i Colli Euganei, coinvolti nell’area per il versante orientale.
 
Quest’area ospita 2.657.076 abitanti (dati ISTAT al 1° gennaio 2013) costituendo il 54,4% della popolazione residente nella regione Veneto. Secondo i parametri definiti dall’OCSE, questo sistema territoriale non rientra nella definizione tipica di “regione metropolitana”, perché la tipologia insediativa dell’area non ha permesso la costituzione di un polo urbano che superi il milione di abitanti.
 
L’insieme di queste tre realtà al centro del Veneto rappresenta ad oggi uno dei più importanti sistemi industriali ed economici d’Europa, con distretti produttivi variegati e dall’alto valore aggiunto. Si pensi ad esempio al distretto del vetro artistico di Murano o a quello della cantieristica nautica dell’area veneziana, l’area del Prosecco del trevigiano o alle varie specificità industriali del padovano.
 
Sono molte le opportunità che questa vasta Area Metropolitana offre e può offrire in futuro. L’Area Metropolitana, secondo questa concezione, vuole essere un’idea di promozione allo sviluppo per una rete che già esiste, e che non trova più riscontro nella divisione territoriale delle istituzioni attuali.